Bella la neve, però!

Avete mai camminato 4 ore consecutive sulla neve con le ciaspole?

imgres-1

Con quelle cose di plastica grandi che sembra ti facciano camminare come una papera?

Noi sì. E’ bellissimo ma molto faticoso e si cammina veramente male soprattutto se, come noi, non hai le bacchette da neve che ti sorreggono. Vi consigliamo di coprirvi bene visto che fa molto freddo.

Noi avevamo una guida un po’ cattivella perchè se la chiamavi e gli dicevi che ti si erano tolte le ciaspole, o non ti rispondeva proprio oppure ti diceva:”Ve l’ho detto prima come si fa!!!!!”. Abbiamo fatto un percorso molto faticoso e quasi  tutto in discesa, quindi cadevamo spesso. Il prof. Belliccioni aiutava  la prof. Caneponi  a non cadere…

images

Spesso qualcuno rimaneva indietro ma la guida non si fermava…

Arrivati a Castelluccio eravamo felici, ma tanto stanchi da dire:”Mai più ciaspole”.

La sera siamo arrivati tardi quindi il giorno dopo la maggior parte di noi non è andata a scuola.

Il viaggio in pullman

Il viaggio è iniziato alle 7:30 e avevamo tutti sonno. Quando siamo arrivati vicino Castelluccio vedevamo le nuvole da sopra ed era ganzissimo, soprattutto nei punti dove si vedevano i precipizi.

Arrivati al paese c’era una salita ghiacciata e il pullman non ce la faceva a salire. Al ritorno eravamo tutti molto stanchi, quindi all’inizio ci siamo riposati ma poi qualcuno ha messo la musica a tutto volume. Impossibile dormire!bus-scolastico

Tornati finalmente a Giove c’è stato un caos terribile per scendere e recuperare ognuno le proprie cose.

E’ stata una gita veramente faticosa ma ne è valsa la pena perchè siamo stati tutto il giorno sulla neve e a contatto con la natura

Tommaso,  Francesco, Anthony, Marco

Annunci

Ciaspolata sulla neve a Castelluccio di Norcia

Giovedì 11 febbraio, noi della scuola media di Giove abbiamo partecipato alla gita  a Castelluccio di Norcia. Con grande contentezza ed entusiasmo siamo partiti alle 7:30 di mattina dalla piazza di Giove con il pullman. Siamo arrivati verso le 10:40 in un paesino ai piedi della montagna. Lì sono giunte le nostre guide che dopo averci consegnato le ciaspole ci hanno accompagnato alla cima del monte dove è situato Castelluccio. Nel viaggio ci hanno fatto divertire raccontandoci antiche leggende sui lupi che da tempo popolano quella vetta.

Man mano che salivamo aumentava la quantità di neve che caratterizzava molto il paese e di conseguenza cresceva anche la nostra voglia di toccare quell’immensa distesa bianca. Castelluccio ha la peculiarità di essere costituito da molti altopiani che creano un’atmosfera magnifica. Guardate che spettacolo!

20160211_113540 20160211_113555

La cima del monte è formata da ben 3 rilievi: l’Altopiano Maggiore, l’Altopiano Minore e quello Perduto. Il nome di quest’ultimo è dovuto ad una vecchia battaglia tra le Marche e l’Umbria per la conquista dell’altura, che tuttora infatti appartiene alle Marche.

Alle 11:20, appena raggiunto Castelluccio, siamo scesi dall’autobus e ci siamo accertati che tutto andasse bene e dividendoci in 3 gruppi abbiamo iniziato il lungo percorso! Nella passeggiata sostavamo alcuni minuti per delle curiosità  di cui le guide ci informavano, tra cui l’albero che fiorisce nell’inverno, le impronte dei vari animali, e i vari nidi di uccelli che questi creano con dei ramoscelli di alberi pregiati.

IMG-20160218-WA0003

Nell’immenso tragitto le risate non sono mancate, e che cadute!!!

Dopo molta attesa e stanchezza, alle 14:10 ci siamo seduti sulla neve in una vallata per pranzare. Una volta ripartiti, ci siamo rimessi in cammino per compleatare il percorso, ma la fine non arrivava mai! Noi, stanchissimi, ci chiedevamo continuamente quando spuntasse fuori Castelluccio e dopo ben 2 ore, dietro allo stupendo monte Vettore, abbiamo intravisto finalmente il paese.

20160211_151541

Salutando e ringraziando le nostre care guide siamo tornati al pullman e alle 21:00  siamo arrivati a Giove.

La 3A