CURRICOLO LOCALE

LA STORIA DI PENNA

Noi bambini delle classi 4°-5°, durante le ore del laboratorio, abbiamo voluto ricercare delle notizie sulla storia di Penna perchè eravamo curiosi di scoprire la storia del nostro paese. Penna è un paese pieno di monumenti e reperti storici da visitare e ammirare. Il monumento più famoso sono i Mammalocchi, due statue che sembrano guardare nel vuoto e per questo noi di Penna li chiamiamo così. Nei mesi di settembre e ottobre abbiamo fatto tre uscite a piedi nel paese: nella prima siamo andati a visitare il centro storico, dove abbiamo trovato molti reperti. Nella seconda uscita abbiamo visitato i Mammalocchi che un tempo facevano parte della Fonte Orsina e che ora si trovano sulla strada che da Penna porta ad Amelia.
Invece nella terza siamo tornati di nuovo a visitare il centro storico e i Busti delle Quattro Stagioni con i bambini di Giove ai quali abbiamo fatto da ciceroni raccontando la storia del nostro paese.
A Penna c’è un altro monumento importante: le Quattro Stagioni così chiamate perchè, raffigurando due busti femminili e due busti maschili di cui un vecchio con la barba, fanno pensare alla Primavera, all’Estate, all’Autunno e all’Inverno.
In realtà sono quattro busti in travertino che rappresentano i componenti della famiglia Orsini che erano i signori di Penna nel periodo del Rinascimento, cioè nel 1500.
Le Quattro Stagioni si trovano all’ingresso del giardino del Castello in Via Ortana , prima invece si trovavano davanti ai giardini della Piazza principale di Penna ma in origine facevano parte anche loro della Fonte Orsina.
Nel centro storico si trovano anche : il castello Orsini, dove si può vedere la rosa a cinque petali , stemma degli Orsini, le tre antiche porte di ingresso al paese, la piazza San Valentino con il Palazzo del Governatore e numerosi stemmi e scritte in travertino.
Gli Orsini, per far capire alla gente che si trattava di una loro proprietà, avevano messo una Rosa a cinque petali su tutti i monumenti principali. Il castello Orsini è stato costruito da un componente della famiglia: Maharbale Orsini, i lavori sono stati terminati nel 1547, di questo siamo certi perchè sul muro del castello, in alto c’è una striscia in travertino dove c’è scritto:” Maharbale Orsini MDXLVII”.
Nel centro storico si trovano anche i tre archi o porte d’ingresso: quella che porta a Piazza San Valentino si chiama Arco di Porta , la seconda si trova vicino al presepe e si chiama Porta Fuor delle Mura, l’ultima si apre sul Belvedere e si chiama Porta Novella. Le cornici dei tre archi sono in travertino bugnato.
Dopo le uscite, nelle ore di laboratorio abbiamo realizzato diversi cartelloni che abbiamo attaccato nella nostra classe , scattato fotografie, abbiamo realizzato dei lavori sul computer e scritto dei testi, siamo andati anche a ricercare le informazioni sui libri e su internet. Questo progetto lo abbiamo realizzato perchè eravamo curiosi di sapere la storia del nostro paese, visto che ci abitiamo. Infatti le cose nuove che abbiamo imparato sono state tante e interessanti.

FATTO DA: SARA, DIEGO, MARGHERITA, REBECCA E LORENZO P.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...